Fondo di Emergenza per le Imprese della Sardegna

Fondo di Emergenza per le Imprese della Sardegna

Cagliari, 29/08/2020

Alla C.A. Associati Confesercenti

A partire dalle ore 12 del giorno 7 settembre 2020 sarà possibile inviare alla Pec del Banco di Sardegna (fondoemergenza.bancosardegna@pec.gruppobper.it) la domanda per poter beneficiare dei fondi messi a disposizione della Regione Sardegna con il Fondo di Emergenza per le Imprese della Sardegna. A breve dalla Regione sarà indicato anche il secondo istituto di credito al quale fare riferimento.

Le tipologie di finanziamento sono indicate a seguire. L’aspetto importante è che le domande verranno accettate fino a esaurimento fondi. Pertanto sarà importante essere pronti per l’invio della domanda.

Per ogni in formazione i nostri uffici sono a Vostra disposizione ai numeri 070402370 (ufficio di Cagliari) e 0781660026 (ufficio di Carbonia)

Fondo di Emergenza per le Imprese della Sardegna

Oggetto e finalità:

Interventi di sostegno indirizzati a favorire sul territorio regionale la ripresa economica delle attività imprenditoriali, migliorando la solidità finanziaria delle imprese.

Il sostegno è attuato attraverso la combinazione di prestiti, per liquidità o per investimenti, e sovvenzioni.

Soggetti beneficiari e caratteristiche del Fondo:

Possono beneficiare degli interventi di sostegno all’attività di impresa attraverso prestiti e sovvenzioni le Micro, Piccole e Medie Imprese e le Grandi Imprese , che dimostrano di aver avuto ricadute negative a seguito dell’emergenza legata al Covid-19, o che rappresentano la necessità di realizzare investimenti per garantire la continuità o il rilancio delle attività di impresa.

Il Fondo opera su linee di finanziamento di breve, medio e lungo temine dedicate a:

  1. investimenti, sotto forma di prestiti per il sostegno e il rafforzamento della produzione delle   imprese   impegnate   direttamente   al   contrasto   del   Covid-19   o   appartenenti   alle filiere strategiche per le quali occorre garantire il mantenimento della capacità produttiva a livello regionale;
  2. liquidità (capitale circolante), sotto forma di prestiti per il supporto alle spese operative e di gestione, generate da esigenze di liquidità e per sostenere le imprese nella fase di rilancio delle attività.

Dotazione finanziaria: 100 milioni di euro di cui il 40% destinato alle aziende del COMPARTO TURISTICO.

Tipologia prodotti finanziari: 

I prestiti si distinguono in due macro categorie:

  • prestiti per liquidità con durata massima di 15 anni, compresi 24 mesi di preammortamento;
  • prestiti per investimenti con durata massima di 20 anni, compresi 24 mesi di preammortamento;

Prodotto 1: prestiti fino a euro 800.000 

La durata massima dei prestiti è fissata in 15 anni (prestiti di capitale circolante) o in 20 anni (prestiti di investimento). In entrambi i casi è previsto un periodo di preammortamento di 24 mesi.

– Il tasso di interesse è pari a zero 

Prodotto 2: prestiti fino a euro 5.000.000 

La durata massima dei prestiti è fissata in 15 anni (prestiti di capitale circolante) o in 20 anni (prestiti di investimento). In entrambi i casi è previsto un periodo di preammortamento di 24 mesi.

Interessi: a tassi convenzionali secondo il rating. 

Le imprese che beneficiano del prodotto 2 possono ricevere un contributo pari al valore attuale dei pagamenti di interessi dovuti nell’ambito di tali prestiti. (in pratica il tasso diventa zero).

Pin It